Uno spezzatino di coniglio decisamente speziato

Quando mi prepara mia madre il coniglio al forno è sempre grande festa, è uno dei miei piatti preferiti e quando mi capita un coniglio tra le mani difficile alla tentazione di non farlo allo stesso modo, ma ogni tanto qualche novità e qualche modifica vanno provate e devo dire che il coniglio in questa versione regala decisamente soddisfazione al palato.

Ingredienti per 4 persone

Per lo spezzatino di coniglio

500 g di carne di coniglio (ad esempio la schiena)

1-2 cipolle

1 spicchio d’aglio

2 cucchiai di burro

200 g di piccoli champignon marroni

1 cucchiaino di curry

2 bacche di ginepro

2 foglie di alloro

1/2 cucchiaino di grani di senape

1 cucchiaino di polpa di pomodoro

300 ml di fondo di vitello (o di verdure)

100 ml di vino bianco

pepe appena macinato

sale

Per le patate dolci

600 g di patate

4-5 cucchiai d’olio

3 rametti di rosmarino

3 spicchi d’aglio

sale

Sbucciare e tritare finemente sia aglio che cipolle. Mondare i funghi, schiacciare le bacche di ginepro. Tagliare la carne di coniglio in cubetti di 2-3 cm di grandezza. é importante che siano più o meno della stessa grandezza in modo da avere poi una cottura uniforme. Rosolare nel burro fuso le cipolle e l’aglio, attendere che siano dorati e aggiungere poi la carne e rosolarla da tutte le parti.

Aggiungere la polpa di pomodoro e il curry, salare e pepare, versare il vino e far ridurre completamente il tutto.

Versare il fondo, aggiungere le bacche di ginepro, i grani di senape e le foglie di alloro e far bollire il tutto per circa 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. Fate attenzione che non sia troppo acquoso altrimenti diventa un coniglio lessato…Dopo circa metà del tempo di cottura unire gli champignon e far cuocere insieme.

Per le patate dolci

Preriscaldare il forno a 200°C. Sbucciare le patate dolci e tagliarle a strisce. Spennellarle con olio, salare e aggiungere i rametti di rosmarino e l’aglio schiacciato in camicia e cuocere nel forno preriscaldato per circa 30-40 minuti (a seconda dello spessore delle patate), girarle più volte e, se necessario, spennellarle con olio.

IMG_2232