Il Cestino di Venere

P: Si avvicina, speriamo, la stagione calda e ci vuole un risotto un pochino più fresco e meno “bollente” delle versioni invernali. Il riso venere è più leggero ma richiede una cottura più lunga, diffidate da quelli che vi dicono che in 20-25, massimo 30 minuti sia sicuramente pronto. Innanzitutto dipende dalla grandezza del chicco ma in ogni caso, io mediamente ci metto 35-40 minuti per cuocerlo (e sono un amante della cottura al dente).

Ingredienti per 4 porzioni

350 g di riso venere
12 gamberi di media pezzatura
4 zucchine
4 carote mondate
2 melanzane lunghe (meglio quelle lunghe che contengono meno acqua)
Misto di erbe (basilico, timo, maggiorana)
Succo di un limone
Succo di un’arancia
1 bicchiere di brodo vegetale
1 scalogno
Olio
Sale

Metto a cuocere il riso in acqua bollente salata.
Taglio intanto le verdure a striscioline, sottili ma non invisibili, le salto in padella con un filo d’olio e le stufo con il brodo.
Scolo le verdure e, intrecciandole, le metto in una piccola ciotola in modo da formare un nido. I Gamberi invece li faccio rosolare in una padella con l’olio, lo scalogno, il sale, il pepe e le erbe aromatiche tritate. Scolo il riso e lo posiziono nella coppetta, premendolo per bene affinché aderisca all’intreccio di verdure.
Per servire, capovolgo la ciotola in un piatto e guarnisco il nido con i gamberi. Condisco con un’emulsione di succo di agrumi (non esagerate), olio e sale, e una spolverata di erbe aromatiche tritate.

IMG_2276