maggio 22

Tag

Inauguriamo le conserve con gli Asparagini sottolio!

P: Questi sono già un pochino più complicati da trovare se non in qualche negozio di alto livello, io li adoro, come adoro prepararmi le conserve fatte in casa perchè la scelta e la qualità degli ingredienti diventa ancora più importante. I miei amici sanno che quando arriva questo periodo inizio a preparare vasetti a raffica quindi spesso e volentieri arrivano a suonare il campanello sperando di ricevere qualche omaggio gradito. Vi preannuncio già che prossimamente pubblicherò i peperoncini ripieni di tonno sottolio.

IMG_2200

2 kg di Asparagini

1/2 litro di aceto di vino bianco

Olio extra vergine di oliva di alta qualità (non usate oli con sapore troppo forte)

Un pizzico di sale

Pepe rosa

Alloro

Aglio

Pulite con cura gli asparagi possibilmente della stessa dimensione, meglio usare quelli piccoli, eliminate la parte di gambo più dura e lavateli bene. Fateli bollire in una pentola con 1/2 litro di acqua e 1/2 litro di aceto e un pizzico di sale a pentola coperta. Cuoceteli molto al dente, scolateli e fateli asciugare appoggiati su di un canovaccio pulito. Quando sono perfettamente asciutti, tagliateli tutti alla stessa altezza e invasateli con la punta rivolta verso l’alto con qualche foglia di alloro spezzettata, uno spicchio d’aglio e qualche bacca di pepe rosa, ricopriteli poi con l’olio e tappateli ermeticamente.
Ricordatevi di controllare, dopo qualche giorno, il livello dell’olio e, se necessario, aggiungetene dell’altro.
Conservate in un luogo asciutto e buio per circa un mese prima di consumarli.

Se per caso gli asparagini fossero troppo alti e vi avanzassero dei gambi, frullateli con olio, sale e dragoncello, otterrete una cremina molto interessante per crostini o da accompagnare a qualche appetizers

IMG_2199