Frittelle di Calamari con Verdurine

P: Mi capita spesso di provare le ricette di grandi Chef e di cambiare poi qualcosa a secondo della mia ispirazione. Ho provato prima a fare la versione originale di Claudio Sadler e poi, nonostante io ne sia un amante, ho sostituito i fiori di zucca con le patate perchè nella mia testa aiutava a legare meglio il tutto. Qualcuno all’inizio ha storto un pò il naso perchè la patata in teoria ha tempi di cottura più lunghi rispetto agli altri ingredienti presenti ma se facciamo attenzione e tagliamo la patata prima con una mandolina molto sottile e poi a julienne eliminiamo questo possibile problema.

IMG_3284

Utilizzate il calamaro intero, evitate gli anelli già preconfezionati.

Questo piatto può essere sia un appetizer sia un piatto principale, a me piace di più utilizzarlo come finger di benvenuto.

Ingredienti per 8 persone
Calamari 1 kg
Patate 2 di media grandezza
Sedano 1 gamba
Finocchio 1
Zucchine 180 g
Prezzemolo tritato 10 g
Olio di arachidi 1 lt

Farina bianca 300 g
Acqua gasata 300 g
Uova 3
Sale e pepe

Pulite i calamari e tagliateli a listarelle.
Impastate la farina setacciata, l’uovo e l’acqua gasata molto fredda con la frusta salate e pepate e conservatela poi in frigorifero fino al momento dell’uso.
Tagliate il finocchio e il sedano con la mandolina, le zucchine a julienne, le patate prima con la mandolina e poi a julienne, tritate il prezzemolo. Unite tutti gli ingredienti con molta cura e formate delle matassine, passatele nella pastella, probabilmente alcuni avranno qualche difficoltà, potete aiutarvi con un pennello oppure colando la pastella sopra con un cucchiaio. Friggetele nell’olio caldo e scolatele poi sulla carta assorbente.

Il fritto deve essere sempre in immersione e quindi l’olio deve essere caldo al punto giusto e abbondante.
Potete accompagnare queste frittelle con diverse salse, per esempio la salsa di soia o, una sua variante con salsa di soia allungata con brodo vegetale e scalogno tritato e stufato.

IMG_3373