Risotto al nero di Seppia con Asparagi, Timo e Cipollotto rosso

P: Bello e colorato, anche l’occhio spesso è importante e se avete la fortuna/bravura di conquistare i vostri ospiti già al primo sguardo che volgeranno al vostro piatto, sarete già a metà dell’opera perchè darete loro un motivo in più per mangiarlo con curiosità e positività. Come avrete capito spesso mi piace improvvisare ma l’impiattamento a volte mi capita di provare a disegnarlo su un foglio, ho voluto provarci dopo che abbiamo intervistato Claudio Sadler e credo sia un buon esercizio, seppur in disegno a mano libera ero una frana completa. Ma torniamo al risotto di oggi, l’accorgimento principale che dovrete avere è quello di non esagerare con il nero di seppia altrimenti coprirete il sapore di tutti gli altri ingredienti.

240 g Riso vialone nano
1 mazzo di asparagi
12 rametti di timo
2 cipollotti rossi di tropea
Brodo vegetale
2 bustine di nero di seppia
qb burro
qb Parmigiano reggiano
qb olio
10 cl di vino bianco secco

Tritate la testa di un cipollotto cipollotto mentre tagliate a listarelle abbastanza larghe la parte lunga di due cipollotti e sbollentatele per 10 secondi.
Pulite gli asparagi, eliminate la parte dura dei gambi, tagliateli a tocchetti e mettete da parte le punte.
Fate scaldare un filo di olio, aggiungete poi il cipollotto tritato, fate attenzione a non farlo bruciare aggiungendo un po’ di brodo vegetale. In un casseruola abbastanza larga fate fondere un po’ di burro, tostate il riso per circa un minuto a fuoco vivace e sfumate con del vino bianco. Una volta sfumato (ovvero quando non sentite più l’odore di alcool), aggiungete i tocchetti di asparagi, le foglioline di 4 rametti di timo e il brodo vegetale. Aggiungetelo poco alla volta, il risotto va curato e “coccolato” con un cucchiaio di legno. A circa due minuti dalla completa cottura, aggiungete il soffritto con il cipollotto e il nero di seppia, mescolate bene, assaggiatelo ed eventualmente solo ora aggiustate di sale. Se avete una vaporiera, applicatela sopra la pentola dove avete il brodo e fate cuocere per un minuto le punte degli asparagi. Mantecate il riso con burro e parmigiano reggiano a fuoco spento, coprite poi per un paio di minuti con coperchio.
Impiattate con l’aiuto di un coppapasta, su un quarto di cerchio disponete a lato le punte degli asparagi, sul quarto opposto le listarelle di cipollotto rosso sbollentate. Completate con un paio di rametti di timo sulla cupolina di risotto.

IMG_1831