Riso Rosso Selvatico con Vongole e Fiore di Zucca croccante

P: Nella mia lunghissima lista di esperimenti da fare, ne avevo un paio che giacevano da troppo tempo su una mensola del labirinto della mia testa: il riso rosso selvatico e la tajina.

Il riso rosso selvatico è un riso integrale, non è facilmente reperibile (sotto vi ho lasciato i riferimenti del produttore, gli Aironi), è un riso nato da incroci naturali, chicco medio-lungo e dal colore rosso, quasi rubino. Nonostante la lunga cottura rimane sempre croccante.

IMG_9152

La Tajina (ne ho usata una Emile Henry) invece, mai usata fino ad oggi, ero curioso di provarla per un uso “diverso” rispetto a quello, diciamo, “tradizionale”. Per la preparazione delle vongole mi sembrava perfetta visto che la forma caratteristica del coperchio aiuta a far circolare al meglio il vapore interno, questo consente di avere una cottura sotto controllo e perfettamente uniforme.

Come direbbe il Mago Forest…esperimento riuscito!!

DSC_0519

A voi la ricetta 🙂

Ingredienti per 4 persone:
120 g di Riso Rosso selvatico Gli Aironi (http://gliaironi.it/prodotti/riso/)
400 g Vongole veraci
1 spicchio d’Aglio rosa francese
20 g di prezzemolo
½ Peperoncino fresco
1 tuorlo
qb pane grattugiato
4 fiori di zucca
qb Olio evo (per questo piatto suggerisco un olio umbro dal gusto abbastanza deciso come l’olio Barberani)

Pulite e fate spurgare le vongole, lasciatele almeno un paio d’ore in acqua fredda salata, passatele poi sotto acqua corrente in modo che perdano la sabbia residua.
Cuocete il riso rosso in una pentola con acqua bollente salata per circa 30-35 minuti.
Nel frattempo prendete la tajina e fate soffriggere un filo d’olio con il peperoncino e l’aglio; aggiungete poi le vongole e il prezzemolo tritato, coprite con un coperchio. Una volta che si saranno aperte completamente spegnete il fuoco ma lasciatele comunque coperte per qualche minuto ancora. Sgusciate le vongole e conservatene qualcuna con il guscio per decorazione. Prendete l’acqua di cottura e filtratela con l’aiuto di un colino coperto da carta da cucina, in modo che non passino i residui di sabbia.

DSC_0627

Prendete i fiori di zucca, eliminate la base, puliteli con della carta da cucina inumidita. Tagliateli per il lungo in modo che si aprano come fossero un ventaglio. Spennellateli con il tuorlo d’uovo sbattuto e passateli poi nel pan grattato. Scaldate un po’ olio extra vergine, è importante che sia sufficiente a far immergere completamente i fiori di zucca. Una volta che sarà molto caldo, friggete per 1 minuto scarso per lato i fiori di zucca.
Quando il riso sarà al dente, scolatelo.
Scaldate un padella, aggiungete il riso, le vongole sgusciate e quattro cucchiai di acqua di cottura delle vongole. Una volta che si sarà ridotta completamente l’acqua, togliete dal fuoco e servite mettendo a lato il fiore di zucca fritto e una cupolina di riso alle vongole per commensale.
condite con un filo d’olio extra vergine con qualche vongola nel guscio e un pizzico di prezzemolo tritato.

Potete proporlo come appetizer come ho fatto io, in questo caso usando delle foglie di Zak!Design, oppure, aumentando le quantità, come primo piatto primaverile.

http://www.gliaironi.it
http://www.emilehenry.com/eit/collezione-it/gammes-et-sous-gammes/collezione/flame-it/tajine-it
http://www.barberani.com/vini/olio/
http://www.zak-designs.eu

DSC_0658

DSC_0663