Pane Bianco fatto in casa ? Semplice e alla portata di tutti..

G: conosco gente letteralmente malata di lievitati, persone che curano il lievito madre più di un figlio, persone che provano farine di ogni genere e qualità convinti che nel proprio fornetto di casa si celi un vero e proprio laboratorio di panificazione. Io, invece, ho approcciato il pane con il ricordo di mio zio che mi diceva di cuocerlo nel forno con la pietra ollare. Così, prima di cercare la farina Manitoba, integrale o altri particolari ingredienti (certamente utili a vantarsi con gli amici di aver fatto un pane unico e inimitabile), mi sono preoccupato della vera difficoltà del pane fatto in casa: la cottura. Pertanto, mi sono munito della farina che avevo in dispensa (grano tenero “00” nel contenitore della farina, quindi non vi so dire la marca), lievito secco, acqua, sale e zucchero e, al fine di rendere efficace il mio forno elettrico per la necessaria cottura uniforme e umida del pane, ho utilizzato il Cuoci Pane della Emile Henry, uno strumento in ceramica refrattaria. Grazie alla sua campana che riproduce la curvatura dei forni tradizionali, mantenendo un buon tasso di umidità, lo stampo Cuoci Pane ha reso il mio primo esperimento di panificazione un vero successo. Di seguito, condivido con voi la semplice ricetta per ottenere una pagnotta da g 800 di pane bianco.

 
IMG_4916

INGREDIENTI PER g 800 DI PANE BIANCO

 

–       Farina “00”: g 500;
–       Acqua tiepida: g 300;
–       Sale fino: g 10;
–       Zucchero: g 10;
–       Lievito di birra secco: g 10;
–       Latte: q.b.

 

Miscelare la farina con il sale, il lievito e lo zucchero. Riscaldare l’acqua ad una temperatura di circa 35°C e versarla nella terrina contenente la miscela. Lavorare gli ingredienti con le mani sino ad assorbire tutta la farina e, con l’impasto ottenuto, formare una palla da ricoprire subito con un canovaccio. Lasciare riposare per 20 minuti (prima lievitazione). L’impasto deve riposare in un luogo dove la temperatura sia di circa 20°C e non sia sottoposto a correnti d’aria. Riprendere, quindi, l’impasto e lavorarlo nuovamente con le mani sbattendolo per fare fuoriuscire l’anidride carbonica. Infarinare la base dello stampo. Formare una palla e disporla sulla base dello stampo per il pane, coprire con la campana e lasciar lievitare per 45 minuti (seconda lievitazione). Durante la seconda lievitazione ricordatevi di preriscaldare il forno perché arrivi ad una temperatura di 240 °C. Spennellare la superficie dell’impasto lievitato con un po’ di latte e spolverizzarlo con la farina. Quindi, incidere a croce la pasta con un coltellino affilato. Infornare con la campana e cuocere per 35 minuti. Appena sfornato, togliere la campana e lasciare raffreddare il pane a temperatura ambiente.

Per maggiori info sul Cuoci Pane Emile Henry:
http://www.emilehenry.com/eit/collezione-it/gammes-et-sous-gammes/collezione/secrets-emile-it/cuoci-pane

IMG_4892

IMG_4914

IMG_4890

IMG_4917