Il Carso presenta le sue Eccellenze al Finger’s Garden in attesa di Maremorje & Vitovska

P: Presentata al Finger’s Garden di Milano l’ottava edizione di MAREMORJE & VITOVSKA che si terrà a Trieste dal 6 al 7 Giugno 2014.

I Viticoltori del Carso si sono affidati alla creatività e all’estro di Roberto Okabe, chef di origini nippo-brasiliane, affinchè venisse creato un menù originale che avesse protagonisti, non solo i 5 vini in degustazione, ma anche i famosi “sardoni” di Trieste.

vitovska-27

DSC_0801

Il sardone barcolano, è un pesce a pasta bianca. Nell’Adriatico vi sono 3 grandi masse d’acqua: l’acqua calda proveniente dalla Grecia, l’acqua del golfo raffreddata proprio dalla bora e l’acqua fluviale del Pò che confluendo scivola sopra queste due masse d’acqua galleggiando. Le larve di acciuga vivono e trovano il loro sostentamento nell’acqua di origine fluviale, nutrendosi di plancton. Sono fondamentali nell’ecosistema, se non ci fossero saremmo invasi dal plancton e dalle meduse. Con la metamorfosi le piccole larve passano le acque fluviali, crescono in centro Adriatico durante l’inverno e verso maggio – giugno arrivano a Trieste i primi mitici sardoni. Viene solitamente pescato entro il primo anno di vita, come tutti i pesci azzurri, deve essere abbattuto per poter essere mangiato crudo.

DSC_0880

Il territorio del Carso ha un suolo calcareo, ricco di minerali, i vigneti sono influenzati dalla presenza del mare e da un clima mediterraneo che ha una buona escursione termica tra il giorno e la notte. L’aria è resa molto pulita dai venti che abbassano il grado di umidità, in questo modo non sono necessari particolari trattamenti degli impianti.
Solitamente i vigneti sono di piccole dimensioni e molto sparsi sul territorio, sono circondati da muretti a secco e dalla boscaglia.

La Vitovska è un vitigno autoctono a bacca bianca diffuso nella provincia di Trieste e nella vicina Slovenia (nei territori che costituivano la provincia vera e propria di Trieste prima della seconda guerra mondiale). Il nome ha origini slovene, presumibilmente deriva dalla località di Vitolje ma c’è anche chi ipotizza che possa derivare da vitez cioè vino del cavaliere. L’acino è di forma sferica, di colore verde. La polpa è succosa e incolore, il sapore è neutro.
Dalle sue uve vinificate in bianco si produce un vino secco e fresco dal profumo fruttato, vinoso, con sentore di pera Williams, talvolta anche di salvia. Il colore è giallo paglierino chiaro, il sapore leggermente acidulo e sapido, di buon corpo.

A seconda della lavorazione si accompagna bene sia ad antipasti magri a base di pesce sia a piatti più complessi fino ad arrivare a carni bianche come il coniglio.

(nella foto il Prosciutto Crudo del Carso stagionato 24 mesi  dell’Agriturismo Bajta – delizioso ndr)

DSC_0785

DSC_0875

ROBERTO OKABE
“Hardware giapponese, Software brasiliano” ama descriversi così lo chef Roberto Okabe, nato in Brasile a São Paulo da genitori giapponesi (a loro volta figli di immigrati). La sua formazione culinaria inizia nel 1990 a Tokyo, rientrato a San Paolo nel 1994, prosegue la sua avventura al “Mitsuba”, rinomato ristorante giapponese dove lo chef ha l’occasione di incontrare il suo maestro Kajino, grazie al quale completerà la sua formazione culinaria. Nel 1997 inizia la sua avventura italiana entrando nella cucina della “Compagnia Generale dei Viaggiatori Naviganti e Sognatori”, storica trattoria di cucina giapponese. Due anni dopo inaugura il ristorante “Zen” , il primo Kaitensushi d’Italia per poi aprire “Mori Jungle Sushi” a Erbusco, tra le colline della Franciacorta.
Grazie all’incontro con l’amico e socio Clarence Seedorf, nasce nel 2004 il ristorante Finger’s, al centro del quale una pietra cita: “L’incontro fra le persone è il dove tutto ha inizio”. Nell’ottobre del 2011 vi è poi l’evoluzione di un sogno: il Finger’s Garden, vero e proprio “giardino di delizie” in città. In uno spazio verde di 1.400 mq che la maestria di Crespi Bonsai ha trasformato con sapienza ed eleganza in un suggestivo giardino Zen con tanto di acero all’ingresso (pianta sacra per i buddhisti) e laghetto con le carpe.

DSC_0790

 

Tutte le foto dell’evento le trovate qui: http://www.facebook.com/media/set/?set=a.318627654959058.1073741910.142548325900326&type=1&l=0e048d83f7

 

Ecco il menù degustazione dell’evento

Entratina creativa dello chef con ispirazione a Vitovska – una reinterpretazione della Scapece

DSC_0889

 

Tartare Finger’s (misto di pesce bianco, sardone e crostacei su letto di riso)
Vino: Vitovska Bajta

DSC_0904

 

Bis di Tayo e Luna (capesante scottate con crema di formaggio e pasta kataifi) e Millefoglie (alternanza di pasta sfoglia, filetto di tonno, pomodoro, burrata campana)
Vino: Vitovska Igor Grgic

DSC_0907

 

Crema di patate tartufata al nero di seppia
Vitovska Skerk

DSC_0921

 

Ghiosa (ravioli di pollo)
Vino: Vitovska Skerlj

DSC_0945

 

Sushi Selection (selezione di uramaki e nigiri misti)
Vino: Vitovska Zidarich

DSC_0950

 

Bis Plus (Merluzzo nero d’Alaska in salsa di miso e arancia e Sardone affumicato in salsa tipica giapponese)

DSC_0954

 

Il Programma dell’Evento: TRIESTE MAREMORJE VITOVSKA 2014 – 8 edizione – Trieste, 6-7 giugno

Venerdì 6 giugno:
ore 15 Apertura ufficiale della Manifestazione
ore 18 – 23 Inizio delle degustazioni presso il Salone degli Incanti con accompagnamento di gastronomia di mare e non solo

Sabato 7 giugno:
ore 18 – 23 Degustazioni abbinate alle eccellenze della cucina di mare a cura dei Ristoratori della Provincia di Trieste

Eventi Collaterali:

Martedì 3 giugno:
Degustazione di Vitovska condotta dal Sommelier Dennis Metz, vincitore del premio di Miglior Sommelier Italiano nel 2012 e vice-Campione Mondiale. In collaborazione con AIS presso l’Hotel NH di Trieste.

Mercoledì 4 giugno:
Convegno dal titolo: Nuovo Piano Regolatore per il Comune di Trieste a confronto con lo sviluppo della viticoltura. Interverranno le personalità del mondo politico strettamente connesse al problema.

Giovedì 5 giugno:
Serata dal tema: “Eroicità a confronto”. I produttori del Carso si confronteranno con alcuni viticoltori provenienti da zone considerate “eroiche” per le modalità di lavoro in vigna come avviene per il Carso.
Presso il Ristorante Devetak di San Michele del Carso.

Domenica 8 giugno:
Cantine aperte – i viticoltori della Provincia di Trieste apriranno le loro cantine per guidare le degustazioni dei loro vini nelle cantine di produzione.
Nel corso dell’intera settimana saranno proposti dei menu a base di piatti di mare in abbinamento al vino Vitovska in tutti gli esercizi della Provincia di Trieste aderenti alla FIPE. Nei giorni 6 e 7 giugno sempre a cura della FIPE saranno curate delle postazioni nell’area adiacente al Salone degli Incanti, lato mare, in cui si potranno gustare piatti di mare tipici della tradizione triestina.

Ringraziamo l’ufficio stampa Rossi&Bianchi per l’invito.

Per ulteriori informazioni:
ASSOCIAZIONE DEI VITICOLTORI DEL CARSO
staff@vinidoccarso.eu

 

I produttori:
http://www.bajta.it
http://www.grgic.it
http://www.skerk.com
http://www.agriturismoskerlj.com
http://zidarich.it

vitovska-25

vitovska-7

vitovska-6

DSC_0923