Salmone in crosta di Aneto e Semi di Papavero con purè al wasabi

P: Spesso e volentieri siamo di fretta e furia, questo non significa che non si possa fare un piatto sfizioso e che vi faccia fare bella figura con i vostri ospiti. Nel purè al wasabi, ovviamente, non c’è il parmigiano come nella versione originale, questo per evitare che facciano a cazzotti..

Ingredienti per 1 porzione

150 – 170 g Filetto di Salmone
½ cucchiaino Aneto secco
2 ciuffetti Aneto fresco
20 g Pan Grattato
½ cucchiaino Semi di papavero
Olio extra vergine di oliva
Sale
Sale di Maldon
2 Patate di media grandezza
20 g Burro
150ml Latte
Wasabi in pasta

Pulite molto attentamente il salmone eliminando le lische, toccatelo con le mani per capire se e’ le avete tolte tutte. Dividete il filetto in tre parti abbastanza uniformi, eliminando i ritagli esterni.
Passate il filetto in olio e sale e successivamente nell’impanatura di pan grattato, semi di papavero e aneto. Fatela aderire bene con le mani su tutti i lati.
Riponete i filetti impanati in una teglia e mettetela in frigorifero per una mezz’ora circa.

Lessate le patate con la buccia per una mezz’ora circa (se di dimensioni più grandi ci vorrà più tempo), aiutatevi con uno stuzzicadenti per capire se sono cotte. Pelatele con un pelapatate.
Scaldate il latte in una casseruola, quando sarà caldo (non fatelo bollire) aggiungete le patate dopo averle passate nello schiacciapatate. Aggiungete il burro e mescolate con una frusta. Aggiustate di sale e aggiungete altro latte se necessario. Deve risultare cremoso. Togliete dal fuoco e aggiungete il wasabi in pasta in quantità secondo vostro gusto. Mescolate e coprite con un coperchio. Tenete al caldo.

Scaldate il forno a 180° e cuocete i filetti per dieci minuti circa.
Impiattate il salmone con il purè al wasabi decorando con dei ciuffetti di aneto fresco e del sale di Maldon.

 

IMG_9679