Occhio alla Zucchina Trombetta!

P: Caratteristica dell’estremo ponente ligure, probabilmente introdotta dai marinai che portavano dai loro viaggi frutti esotici e curiosi, è chiamata “trombetta” per il suo aspetto slanciato, tubolare, sottile con estremità leggermente rigonfie. La si raccoglie prima della maturazione completa, ha una buccia tesa, fresca, mentre la polpa è tenera e compatta, per nulla acquosa rispetto alla tradizionale. E’ molto versatile in cucina grazie al sapore delicato ma distintivo, decisamente superiore rispetto alle comuni.

zucchine trombetta-1

Ingredienti:
Zucchine trombetta
Acqua
Aceto di vino
Sale grosso
Menta
Origano
Alloro
Bacche di pepe rosa
Olio extra vergine di Olive taggiasche

Tagliate le zucchine a tocchetti di circa 3 cm e poi divideteli a metà, solitamente le zucchine trombetta non hanno un diametro particolarmente grande, quindi non è necessario dividerle in quattro. Mettete in una pentola abbastanza grande la stessa quantità di acqua e aceto di vino, una volta che comincerà a bollire immergete le zucchine per circa 6 minuti. Non fatele cuocere troppo, devono essere croccanti. Scolatele, fatele raffreddare su un canovaccio e asciugatele delicatamente. Mettete nei vasetti sterilizzati le zucchine aggiungendo di tanto in tanto gli aromi che preferite. Io ho aggiunto menta, origano, alloro e bacche di pepe rosa, aggiungete un pochino di sale grosso e coprite il tutto con olio extra vergine di olive taggiasche. Potete usare anche un altro olio extra vergine, l’importante è che non abbia un gusto particolarmente pronunciato. Chiudete il vasetto e conservatelo in un luogo fresco e buio. Dopo una ventina di giorni potrete consumarle.

IMG_9854

IMG_9857