Baccalà al vapore con purea di verza

P: L’aromaticità della verza insieme alla succulenza del baccalà ,un mix intrigante per un piatto semplicissimo creato da Carlo Cracco. Nella sua versione originale, a completamento del tutto, dei germogli di crescione, non facilissimi da trovare; a mio parere della polvere di cappero e di prezzemolo potete ugualmente dare lo sprint vincente.

Ingredienti per 4 persone:
4 tranci di baccalà dissalato da 150 g circa l’uno
1 Cavolo verza
2 Scalogni
5dl brodo vegetale
olio extra vergine
sale

Affettate gli scalogni. Sfogliate e mondate il cavolo verza. Prendete una padella e fate soffriggere i due scalogni affettati con un filo di olio extra vergine. Attenzione a non bruciali, al limite aggiungete un pochino di acqua, unite poi la verza e fatela insaporire. Bagnate il tutto con il brodo vegetale e cuocete con il coperchio per 30 minuti circa. Regolate di sale. Quando il liquido si sarà asciugato, frullate la verdura con un mixer a immersione e montate la purea con l’olio extra vergine di oliva.

DSC_0304

Prendete una pentola, fate bollire dell’acqua, prendete poi i tranci di baccalà e li mettete a cuocere nel cestino per la cottura a vapore che avrete posizionato sopra la pentola. Cuoceteli per circa 6 minuti, se volete potete aggiungere nel cestino delle erbe aromatiche come l’alloro, il timo, l’origano o il rosmarino per dare una nota di gusto differente. Stendete un cucchiaio di purea di verza al centro di ogni piatto, appoggiatevi sopra il trancio di baccalà e condite con un filo di olio.

Se volete potete decorare ogni trancio con della polvere di cappero.

DSC_0325

DSC_0339