Spaghetti risottati con Asparagi e San Daniele

P: Pasta…che passione! Riconcilia con il mondo, con i malesseri e le tossine di giornate pesanti e fastidiose, porta allegria e piacere, è una di quelle invenzioni che dovrebbe diventare patrimonio dell’UNESCO…

Ma veniamo alla ricetta di oggi, semplice ma molto gustosa. Spesso mi viene chiesto quale sia la magia per avere la famosa e deliziosa “cremina” nella pasta, vi accontento subito.

La tecnica di cottura che usiamo in questa ricetta, si definisce risottare, proprio perché la pasta viene cotta come se fosse un risotto, rilasciando più amido rispetto al normale.

Ingredienti per 4 persone:
320 g Spaghetti
1 Mazzo di Asparagi
150 g di Prosciutto San Daniele tagliato spesso
1 cipollotto
qb Olio Extra Vergine di Oliva
qb Sale grosso
qb Pepe di Sarawak

Tagliate gli asparagi a tocchetti (tenendo da parte le punte) e il prosciutto a listarelle.
Scaldate l’acqua per la pasta, nel frattempo fate soffriggere con poco olio e a fuoco lento il cipollotto tritato; deve appassire lentamente, non bruciare. Aggiungete poi gli asparagi tagliati e salate leggermente. Fate cuocere la pasta nell’acqua bollente salata per 3 minuti, scolatela, conservando l’acqua. Rimettete l’acqua sul fuoco. Aggiungete gli spaghetti agli asparagi con un mestolo di acqua di cottura, continuando ad aggiungere acqua poco alla volta, in modo che non rischiate di avere al termine della cottura una pasta brodosa. Saltate in una padella calda senza olio per un paio di minuti il prosciutto crudo. Pestate al mortaio il pepe di Sarawak.

DSC_0781

A due minuti dal termine della cottura della pasta, alzate il fuoco al massimo, aggiungete il pepe pestato, il prosciutto crudo, le punte degli asparagi e fate molta attenzione alla quantità di acqua presente; lì sta alla vostra esperienza non eccedere, né farla diventare troppo asciutta.

Attrezzatura:
Piano a induzione con cappa di aspirazione integrata BORA – Pentole Mauviel 1830 – Piatto in ceramica Alessio Moras

DSC_0785

DSC_0791

DSC_0804