Corzetti con ragù di pesce

P: Oggi ci dedichiamo a una pasta tipica della Liguria, in particolare della Riviera di Levante: i Corzetti. La loro caratteristica è quella di essere preparati, o meglio, stampati, con un caratteristico stampino di legno. Il nostro è stato addirittura personalizzato, grazie a Thomas Gandolfo, con il nostro logo. Lo stampino, decorando la pasta, la aiuta ad accogliere e raccogliere meglio il condimento.

La loro preparazione è molto veloce, non è complessa e potrete dire con orgoglio…fatti in casa, li ho fatti io, dettaglio che ha sempre il suo perché.

Per non scostarmi dal territorio, ho voluto prepararla con un ragù di pesce, utilizzando soprattutto quelli che conferiscono una marcia in più al vostro sugo, ovvero, Gamberi e Canocchie.

La loro cottura nel ragù, è volutamente con il carapace e il guscio che sono in grado sprigionare un sapore estremamente intenso.

Per l’impasto dei Corzetti

300 g farina tipo 00
2 tuorli d’uovo
qb acqua tiepida
un pizzico di sale

Per il sugo (per 4 persone)

8 Gamberi
4 Canocchie
2 Totani
10 pomodorini
un mazzetto di prezzemolo
½ cipolla bianca
Olio extra vergine di oliva
qb Sale
qb Pepe
un pizzico di Peperoncino

Create una fontana con la farina, al centro mettete i tuorli e iniziate ad amalgamare il tutto con l’aiuto di una forchetta. Aggiungete poi un pizzico di sale e acqua tiepida, poco alla volta (dovrebbe bastare mezzo bicchiere) e impastate con le mani. L’impasto deve essere elastico, abbastanza morbido, non bagnato e né troppo e asciutto. Mettete a riposare l’impasto all’interno di una pellicola trasparente in frigorifero per circa 30 minuti.

Dividete l’impasto in tre parti, stendetelo con un matterello infarinato, fino a renderlo di circa 2-3mm.

Con una parte dello stampino di legno, ricavate dei medaglioni e con l’altra parte decoratelo.

DSC_1259

DSC_1260

DSC_1261

DSC_1271

Preparate il sugo, fate scaldare un filo di olio, fate poi soffriggere la cipolla tritata e aggiungete poi i pomodorini tagliati a pezzetti. Aggiungete il totano tagliato a pezzi e la canocchia intera. Aggiustate di sale e pepe con un pizzico di peperoncino. A 5 minuti dal termine della cottura, aggiungete i gamberi, privato dell’intestino ma con il carapace.

Nel frattempo fate bollire l’acqua, aggiungete poi sale e fate cuocere per 3-4 minuti i corzetti (a seconda dello spessore), devono essere molto al dente. Scolateli con una schiumarola e aggiungeteli al sugo, saltateli per un minuto in modo che arrivino a cottura completa.

 

Piatto in ceramica realizzato a mano da Alessio Moras

DSC_1277 DSC_1274