Il piano di lavoro ? Una delle fondamenta della cucina

P: Da quando ho strutturato Kuka Loft, mi capita sempre più spesso che mi chiedano qualche suggerimento su elettrodomestici, tipologie, marchi, come organizzare gli spazi per meglio muoversi in cucina, piccoli consigli, trucchi e accorgimenti.

Ci sono aspetti più o meno importanti, alcuni a volte vengono trascurati, o meglio, non vengono approfonditi nel modo giusto, è il caso del piano di lavoro.

Nell’ambito ristorativo l’acciaio regna sovrano, nell’ambito casalingo il ventaglio offre innumerevoli alternative tra i laminati, i compositi, il cemento, i marmi, i graniti etc etc. e qui si apre il primo dilemma, estetica vs praticità. Coloro che “giocano” poco in cucina badano più al gusto, al colore, alla cromaticità dei vari elementi, senza tenere conto che una determinata scelta, richieda poi nella quotidianità un’attenzione e una cura al di sopra della media, cosa che non fa altro che allontanare ulteriormente dall’ambiente cucina. Chi invece cucina tutti i giorni e più volte al giorno, mette in cima alla lista la praticità, tutto il resto passa in secondo piano.

Quando ho pensato appunto alla mia location, avevo entrambe le necessità e mi sono chiesto quale fosse il materiale più adatto che le soddisfasse pienamente…la risposta ? Semplice, molto semplice: Okite.

Okite è una combinazione di quarzo, resina poliestere e pigmenti naturali. La resistenza è data dal quarzo, è cinque volte più forte del granito, non ha paura di macchie, calore e graffi e, all’occorrenza è estremamente facile da pulire, un panno in microfibra è l’ideale.

Non assorbe liquidi o umidità, vista la totale non porosità della sua superficie, questo lo rende quindi un piano ideale per la preparazione del cibo, visto che anche certificato come un prodotto sicuro ed igienico. E l’estetica ? Lascio a voi il giudizio guardando le foto.

Sono convinto che possa diventare anche una validissima alternativa all’acciaio per i locali, soprattutto ora che i ristoranti con cucine a vista vengono particolarmente apprezzati. Pura fantascienza, non credo proprio. Per essere convinti di una affermazione su un prodotto e un materiale e sempre necessario provarlo e, ora che è ormai qualche mese che Kuka Loft ha aperto i suoi battenti, posso affermarlo con assoluta certezza; ciò non toglie che vi saranno sempre gli “steel lovers” , come di qualunque altro materiale ma Okite è probabilmente l’unico materiale che può rendere davvero felici sia gli “esteti” che i “concreti”.

http://www.okite.com

DSC_0836

DSC_0606

DSC_0732

DSC_0749