Le novità del Piccolo Lago 2016

P: Quando è esplosa la passione per la cucina, ho un passo alla volta scoperto e capito quale fosse la reale differenza tra un ristorante, un buon ristorante e un ristorante stellato.
Credo sia decisamente riduttivo dire che uno sia meglio dell’altro, sono realtà differenti, quasi agli estremi opposti.

Un ristorante è un luogo dove mangiare, scegliere qualcosa che stuzzichi il palato tra i piatti del menù e godersi un momento o di relax o in piacevole compagnia di amici, moglie, fidanzata etc. Non parlo dei pranzi o delle cene di lavoro che sono, in un caso, una necessità di cibarsi, nell’altro una riunione o un incontro un po’ meno formale delle mura d’ufficio.

Dal ristorante stellato ci si aspetta invece di vivere un’esperienza, un percorso tra le idee, i colori, le note aromatiche, i sapori che racconti ciò che racchiude la filosofia di cucina dello chef, la valigia dei ricordi e dei momenti vissuti che lo hanno influenzato, gli incontri che hanno costruito un pezzo alla volta le fondamenta per arrivare al riconoscimento tra le stelle.

Il Piccolo Lago incarna questo ruolo magico, la natura e ciò che lo circonda, aiutano a far crescere le attese, la voglia di assaporare quello che la mente e le mani di Marco Sacco e della sua brigata hanno creato. Un luogo quasi fiabesco che toglie il fiato e illumina gli occhi.

Ormai sono quasi dieci anni che ha ricevuto il riconoscimento della seconda stella, i piatti pensati per il nuovo menù hanno anche influenze orientali, ispirate dal viaggio che ha fatto lo Chef lo scorso inverno. Pesce essiccato ed alghe per esempio, ingredienti inusuali per noi, sono nel cast degli attori e si integrano perfettamente con quelli mediterranei se si ha sapienza e giudizio.

Le amuse bouche svegliano l’appetito e sono un piacevolissimo benvenuto, saltellando tra il morbido e il croccante.

DSC_0482

Il topinambur apre le danze, presentato in tre consistenze è eccellente nella sua semplicità: cotto in forno, fritto e in crema; accompagnato da grano saraceno tostato, crescione e briciole di tartufo.

DSC_0496

Si prosegue con Lumaca lumaca, l’unione tra est e ovest, oriente e occidente, la versione di mare asiatica con papaia verde, gamberi essiccati, lime, peperoncino e salsa d’ostriche, a confronto con quella decisamente più familiare a noi, lumache di terra con crema di patate alla grappa, una bomba nucleare di gusto.

LUMACA LUMACA  (1)

Immortale lo Spaghetto d’Italia, un inno alla nostra patria, una versione moderna del classico spaghetto qui rivisitato con ’nduja, broccolo riccio scottato, polvere di pomodoro napoletano su crema sifonata di mascarpa, un’idea che unisce capo e coda del nostro stivale.

DSC_0513

L’acquario vegetale è l’inframezzo, delicato e utilizzato come fosse un sorbetto, per celebrare il passaggio dall’acqua alla terra, dove la patata cotta nel burro e il cetriolo cotto in infusione, sono immersi in una crema di pastinaca, schiuma di latte e acqua di mare, con quella nota salina della salicornia.

DSC_0514

Si arriva al clou, la Porca Costina, in apparenza il più semplice da comprendere, reso estremamente complesso dall’affumicatura e da una cottura particolare, tipici della valle, poiché la sorpresa al palato può non incontrare il favore di tutti al primo impatto.

LA PORCA COSTINA  (3)

Il carciofo è la conclusione del percorso, protagonista e contenitore di questo dolce salato con una quenelle di gelato al latte di mandorla e nocciola grattugiata.

DSC_0536

Le nuove proposte di scoperta e degustazione oscillano tra i 5 e gli 11 piatti, affiancati dai grandi classici come la splendida “Carbonara au Koque”.

Il consiglio ? La cena vale il viaggio, la magia del camino lo rendono ancora più accogliente ma, se mi ascoltate, in una bella giornata di sole a pranzo si trasforma in qualcosa di indimenticabile.

PICCOLO LAGO
Aperto la sera da martedì a domenica, sabato e domenica anche a pranzo

Via Filippo Turati, 87 – Verbania
Telefono: 0323.586792 Fax: 0323.586791
Sito: http://www.piccololago.it E-mail: info@piccololago.it

TAVOLA SOSPESA

SALA CAMINO

Mergozzo VB, Marco Sacco del Piccolo Lago © Cristian Castelnuovo

Mergozzo VB, Marco Sacco del Piccolo Lago © Cristian Castelnuovo

SALA CENTRALE

DSC_0542

IMG_5970