Dal Bosco alla Forchetta, il Fungo incontra le generose bollicine Krug

Ogni appezzamento è come un singolo ingrediente, dona la sua unicità, la sua individualità, le sue caratteristiche per creare il puzzle perfetto di uno champagne regale. E’ ciò che da sempre contraddistingue Maison Krug, dal lontano 1843 ad oggi: ogni anno la sua storia si arricchisce di fascino, il suo mito acquisisce sempre più lucentezza, come un racconto ancestrale che incontra spontaneamente e incessantemente i piaceri e le passioni della vita.

 

Dopo la patata e l’uovo, il terzo libro della Maison dedicato ad un ingrediente, ha come protagonista il Fungo. Spesso apprezzato e osannato nel passato da maghi, imperatori, sacerdoti, re e regine, la sua molteplicità di specie e gli innumerevoli colori differenti lo hanno reso un elemento quasi misterioso, mistico che in questa occasione è stato eletto per “rapire” l’attenzione, il talento e la creatività di 18 Chef delle Krug Ambassade di tre continenti. Ne è nata una loro interpretazione che ha esaltato l’esperienza degustativa delle pregiate e generose bollicine con una locupletazione elegante e raffinata.

Le chiavi e lo scettro per presentare l’assemblaggio di questo lavoro, è stato affidato allo chef Antonio Guida, all’interno del lussuoso contesto che ospita anche il suo ristorante, il Mandarin Oriental: tratteggi boschivi tra suoni eterei ed avvolgenti, uno scenario magico per apprezzare e cogliere tutte le sfumature di questo meraviglioso abbinamento, fungo e champagne.

Da Settembre a Dicembre coloro che acquisteranno una bottiglia di Krug Grande Cuvée riceveranno in omaggio una copia del libro e, Krug Lovers e non, che avranno piacere di provare il piatto “Funghi crudi e cotti, polvere di fungo trombetta dei morti e salsa di uva passa”, lo troveranno sempre nello periodo al ristorante Seta.

Krug, il piacere di un sogno racchiuso in una bollicina.

Gli chef protagonisti de “Dal bosco alla forchetta”: Cassidee Dabney (Tennessee, USA), Konstantin Filippou (Konstantin Filippou, Austria), Hiroyuki Kanda (Kanda, Giappone), Michael Tusk (California, USA), Kihak Lim (L’Espoir du Hibou, Corea), Christian Le Squer (Le Cinq, Francia), Umberto Bombana (8½ Otto e Mezzo Bombana, Hong Kong), Sergio Sierra (El Portal, Spagna), Vicky Cheng (Vea, Hong Kong), Vikram Vij (Vij’s, Canada), Yosuke Suga (Sugalabo, Giappone), Robin Zavou (Mandarin Grill, Hong Kong), Glynn Purnell (Purnell’s, UK), Chikara Yamada (Yamada Chikara, Giappone), Christopher Kostow (California, USA), James Won (Enfin by James Won, Malesia), Antonio Guida (Seta, Italia), Arnaud Lallement (L’Assiette Champenoise, Francia).

 

Alcune immagini del libro le potete gustare qui sotto
Photo Credit: Carol Sachs